Giorgio Bocca

Leggo con avidità i suoi editoriali, sia su l’Espresso che su Venerdì. Ho un amico che fa il barbiere e da lui trovo abitualmente questi giornali. Un tempo c’era anche Panorama, ma poi lui ha disdetto l’abbonamento (e un giorno racconterò i dettagli di questa disdetta perché sono esilaranti). Ha disdetto non tanto per il tipo di opinioni di cui … Continua a leggere

Notizie sulla ripresa

Notizie sulla ripresa Tempo fa dissi che secondo me il governo attendeva con impazienza un qualsiasi dato positivo per poter dire che la crisi è passata. Qualche giorno fa è bastato che si riscontrasse un banalissimo “rallentamento della caduta” per far dire concludere automaticamente che la crisi è finita e gia da luglio (!) ci sarà (addirittura) la ripresa. Ma … Continua a leggere

Censura

Si è parlato tanto di Santoro in questi giorni. Come qualche anno fa del resto. Solo che oggi la questione è un poco diversa. Qualche anno fa lo stesso Santoro assieme a Biagi e Luttazzi fu semplicemente radiato de facto dalla TV di Stato poiché non si poteva essere faziosi in una TV pubblica (in quella privata si può, naturalmente). … Continua a leggere

Papa don’t preach

Quando si dice “I pifferi di montagna…” Il Papa che va in giro per il mondo a tenere lezioni ma stavolta ha imparato una severa lezione dall’Europa. Ha imparato che fuori dall’Italia non c’è una rete di protezione mediatica capace di far passare per normali delle opinioni francamente inaccettabili. Ha imparato anche che all’estero non vi sono molti parlamenti pronti e … Continua a leggere

Pasolini

La scorsa estate ho letto le “Lettere Luterane” di Pasolini. Sono rimasto impressionato dalla lucidità con cui quest’uomo era stato capace di vedere il futuro. E non un futuro più o meno prossimo, che “è nelle cose”, ma un futuro che andava trent’anni oltre. Ho parlato delle nuove generazioni, delle televisione, della cultura. Aveva visto, materialmente, quello che noi vediamo … Continua a leggere

Bipolarismo

Sono stato e continuo a essere un convinto assertore del bipolarismo, per tutte le buone ragioni che sappiamo da tempo. Non posso però rammaricarmi di qualche effetto collaterale del bipolarismo di casa nostra. Per tanti anni abbiamo invidiato democrazie più mature, come quelle anglosassoni, ove il bipolarismo era fondato su una alternanza vera e su una responsabilità capace di favorirla, … Continua a leggere

Play Station

Ho sentito parecchie persone irridere il linguaggio in voga, i luoghi comuni espressivi, le mode lessicali. Quel qualcosa per cui, come ha osservato qualcuno, non si dice più “sì” ma “assolutamente sì”. Ebbene, una prova evidente del dilagare delle frasi fatte è offerta dai videogiochi. Come quelli calcistici, ad esempio: per renderli più realistici sono stati dotati di telecronaca, con … Continua a leggere

Pigrizia

In molti si domandano come sia possibile che vengano approvate così tante norme aggressive e ideologiche (nel senso vero del termine), come quelle sulla fecondazione assistita e sul testamento biologico. Beh, la ragione sta innanzitutto nel fatto che chi le ha approvate è stato premiato sul piano elettorale, per cui viene da pensare che sia assolutamente ovvio che si tratta … Continua a leggere

Scommessa

 Il presidente del consiglio si è mostrato possibilista circa l’accorpamento di elezioni e referendum… NON LO FARA’. Ci scommetto. Quell’uomo non ha mai concesso nulla di sostanziale. Solo parvenze. Forse in questa occasione si è commosso alle gentili parole di Franceschini e ha deciso di regalare anche a lui un po’ del suo fumo. O forse per un attimo l’idea … Continua a leggere