Debiti pubblici

    Nei giorni scorsi abbiamo scoperto che il debito pubblico di alcuni paesi europei sono schizzati verso l’alto, toccando livelli paragonabili a quelli italiani. Che sarà mai? Semplice: a causa della crisi quei paesi hanno potuto tirar fuori una quantità di risorse che noi neanche ci immaginiamo, questo ha fatto lievitare velocemente il debito, che altrettanto velocemente si sgonfierà … Continua a leggere

Un esempio

    Qualche post fa ho parlato della necessità che l’operaio assuma in qualche modo la responsabilità dell’impresa per cui lavora. Sono convinto che ciò porterebbe vantaggi inimmaginabili sul piano sociale, economico e perfino sul piano strettamente “civile”. La ragione è che in alternativa le relazioni industriali continueranno a svolgersi secondo una falsariga che è più o meno la seguente: … Continua a leggere

Democrazia plebiscitaria

Ormai sappiamo da tanto che quando Berlusconi parla non lo fa mai a caso. Nella migliore delle ipotesi lo fa per avere un feedback tramite un sondaggio. Nella peggiore lo fa per seguire la strategia comunicativa di un qualche suo consigliere. L’uscita di questi giorni è una proposta di legge di iniziativa popolare per ridurre il numero dei parlamentari. Naturalmente … Continua a leggere

Potere Operaio?

In questi giorni si parla molto di un sistema che possa consentire agli operai, o alle loro rappresentanze di farsi parte attiva nella gestione proprietaria delle imprese ove lavorano: il modello Chrysler ha impressionato molti che si chiedono ora perché mai da noi no. La risposta è che da noi nessuno accetterebbe di confrontarsi con un sindacato “forte”, reso forte … Continua a leggere

Fraintendimenti

La destra ci ha insegnato un nuovo e rivoluzionario modo di comunicare: quello dei fraintendimenti. Funziona più o meno così: si dice una cosa, ad esempio “questo è nero” e si aspetta. Eventualmente il giorno dopo si completa il senso dell’affermazione: “sono stato frainteso: volevo dire esattamente il contrario, ossia che questo è bianco!”. Quante volte ci è toccato sentirlo? … Continua a leggere

La “ripresa percepita”

Ancora una volta ci hanno spiegato che la crisi dipende da fattori psicologici. Non pensavo, sinceramente che fosse possibile insistere su un argomento così “povero”. E invece… Stavolta però si è scelto di aggiungere un tocco di scientificità al tutto, di conseguenza Brunetta ci ha spiegato che secondo la teoria delle derivate seconde il rallentamento della caduta è automaticamente foriero … Continua a leggere

Emoticons

Ho ascoltato sull’autobus il discorso di due signore arrabbiate per la proposta di Brunetta di far votare gli utenti dei pubblici uffici mediante le “faccette”. Io non sono contrario in linea di principio a far “votare” i cittadini. Anche perché a votare non saranno i cittadini che in un qualsiasi momento potrebbero avere le balle in giostra, ma saranno gli … Continua a leggere

Perdonatemi

Alcuni di voi mi hanno rimproverato di parlare troppo della crisi economica e anche di farlo con un certo compiacimento. Perdonatemi. In realtà non sono affatto compiaciuto. La ragione di questo è che non essendo io un bravo scrittore mi succede di non riuscire a esprimere, assieme alle mie parole, il tono di voce che avrei se anziché scriverle le … Continua a leggere

Guerra Civile

Era inevitabile. Voglio dire le “ronde”. Inevitabile che l’incapacità di questo governo portasse a continue distrazioni rispetto ai due problemi fondamentali che abbiamo: – l’incapacità stessa del governo, che in materia di sicurezza, dopo aver tanto detto, ci ha portato solo un drammatico peggioramento (forse i tagli alle spese spiegano più di tante parole); – la crisi economica che questo … Continua a leggere