Speriamo che cada

La manovra che si prepara, oltre che vigliacca perché scarica su altri l’onere dei sacrifici, come se tutto quello che succede dopo il 2013 non interessi il premier, è anche una manovra portata avanti da incompetenti, da chi per dieci anni ha cercato di rilanciare l’economia con risultati opposti, che hanno sfasciato l’amministrazione pubblica a cominciare dalla giustizia e dall’ordine … Continua a leggere

Scricchiolii

Il governo comincia a scricchiolare, su piccole cose certo, ma il significato è abbastanza chiaro: non a tutti piace come stanno andando le cose. Qualcuno non digerisce la mancata poltrona, qualche altro vorrebbe contare la propria forza in vista di chissà cosa, ma soprattutto c’è qualcuno cui piacerebbe che la manovra si facesse dopo le elezioni e non prima. Questa … Continua a leggere

Equilibri

A Milano la nomina di Scola (che possiamo tranquillamente immaginare con la maglia di Comunione e Liberazione) è stata probabilmente dettata dalla vittoria di Pisapia. Con Moratti sindaco un vescovo come Tettamanzi andava bene. Tramontata Moratti occorreva salvaguardare alcuni equilibri e così da Roma hanno risposto convenientemente. Da Strasburgo è arrivato un complimento apposito, con l’accoglimento del ricorso di una … Continua a leggere

Manovra

Pare che sarà ancora più pesante di quanto ci aspettassimo, non ci sarà la diminuzione delle tasse e verrà reintrodotto il Tiket (giusto per compensare il regalo dell’ICI bastonando i malati)…Solo che fino a una settimana fa erano tutti propensi nel governo ad allargare i cordoni della borsa, anche a costo di buttar fuori Tremonti. Lo stesso Berlusconi sembrava pronto … Continua a leggere

Annunciazione

Il governo non c’è. E’ paralizzato. Qualunque cosa proponga deve rimangiarsi tutto il giorno dopo. Lo vedremo chiaramente nei prossimi giorni: dopo aver annunciato l’aumento dell’aliquota Iva ci sarà un discorso pubblico di qualche sangalli e si farà marcia indietro. Poi sarà la volta di ulteriori annunci: guerra ai clandestini, no ai rifiuti napoletani, ripristino dei balzelli medievali ecc… La … Continua a leggere

Milano 2

  E sul piano religioso? La Chiesa cattolica, con la scusa di beatificare qualcuno, alimenta la fede nei miracoli, al punto che se davvero per ogni santo o beato si fossero avuti i prescritti miracoli potremmo ben dire che il miracolo è una regola piuttosto che un’eccezione. I valdesi invece, curiosamente in coincidenza coi trionfi del cattolico Cuomo a NY, … Continua a leggere

Milano 1

Piano piano si avvia a rinascere, questa città un tempo simbolo di efficientismo adesso tristemente diventata la capitale della corruzione, tangentopoli, patria di raccomandati, faccendieri e affaristi. Pisapia farebbe bene a liberarsi di tutti i dirigenti esterni, tanto per cominciare, per poi eliminare uno a uno i vari consulenti, aggregati, infiltrati… Il bilancio può solo beneficiarne.  Il bilancio, appunto. Quello … Continua a leggere

I soliti

Siamo alle solite: escono intercettazioni imbarazzanti (ma anche divertenti, per noi, anzi a tratti esilaranti) e come sempre qualcuno si scaglia contro di esse. Alfano sostiene che non abbiano nessuna rilevanza penale, ma forse nessuno gli ha spiegato che il ministri della giustizia non deve occuparsi di giustizia in senso tecnico, ma solo da un punto di vista amministrativo. Gli … Continua a leggere