Spiragli

C’è uno spiraglio in merito alla vicenda dell’articolo 18. E’ vero che Monti proclama che non c’è stato nessun passo indietro in merito, ma è anche vero che Monti cambia idea spesso (vedi liberalizzazioni). Altri invece si allarmano: Casini teme il pantano, Marcegaglia si contorce e Bersani Tace. Ma soprattutto c’è un fatto che merita attenzione: Marchionne è intervenuto in … Continua a leggere

Monti

Ha già cambiato idea: i partiti sono bravi e buoni. Un altro punto in comune con Berlusconi: oggi dico questo e domani il contrario. Bene, immaginiamo che tutto questo teatro serva a rafforzare l’immagine del Paese all’estero… Inclusa l’intervista monstre di Miss Monti al rotocalco internazionale “chi”, che se non fosse che mi viene l’orticaria a comperarlo mi gusterei in … Continua a leggere

Aumenti

Aumenteranno gas e luce. La spesa aggiuntiva prevista per una famiglia tipo è di circa cinquanta euro. A chi la facciamo pagare? Una pizza in meno? Un caffè in meno per due mesi? Niente bevande gasate? E se tenessimo ferma la macchina per due settimane? Non è impossibile. Se ci pensiamo bene,non è affatto impossibile.        

Casini e Violante

Il primo afferma di voler rinunciare da subito ai privilegi degli ex presidenti della Camera: ma non sarebbe meglio, senza parlare troppo, traslocare e liberare gli uffici che attualmente Casini occupa a Montecitorio? Il secondo parla di “ipocrisia”, ma forse farebbe meglio a rilanciare, non a parole ma coi fatti, abbandonando lui stesso i suoi uffici per poter dire agli … Continua a leggere

Recessione

Il ministro Passera certifica che siamo in recessione (ma va? Da chi lo ha saputo?) e che ci rimarremo. Mi sembra di commentare le previsioni del tempo di ieri per quanto sono ovvie. Quello che stupisce è che il ministro in questione non abbia la più pallida idea di come farla ripartire. L’ideale sarebbe quello di tutelare il lavoro, ma … Continua a leggere

Frequenze

Passera afferma che non le può dare gratis (le frequenze), in un momento in ci il PdL non può minacciare il governo per via della riforma del lavoro: se saltasse per i capricci di Mediaset difficilmente Alfano riuscirebbe a spiegarlo. Mi domando però quanto durerà. Già una volta Passera disse questo, per poi ripensarci dopo uno o due giorni. Vedremo. … Continua a leggere

Ligresti

E’ da tempo che mi proponevo di spendere due righe in proposito. Che il suo gruppo avesse rapporti molto stretti coi membri della famiglia era noto da tempo. L’Espresso lo aveva denunciato da tempo. Il mio pensiero in proposito è che per una quotata è come per la democrazia: sono gli azionisti a decidere se un azionista influente possa o … Continua a leggere

Costituzione

Secondo Bersani ci sono rischi di incostituzionalità nella riforma del lavoro Monti-fornero. Evviva! Bene arrivato. Spero che non sia soltanto una scusa per rinviare la patata bollente alla Consulta e nel frattempo allinearsi e votarla. Immagino che il quirinale a breve interverrà, come fece in occasione del lodo alfano, per ricordare che il vaglio di costituzionalità è una prerogativa sua … Continua a leggere

Legge elettorale

Per mesi il PD ha strepitato per ottenere un cambio della legge elettorale. Nessuno lo ha considerato. Anzi: per non irritare la Lega il PdL si è guardato bene anche solo dal parlarne e Casini pure, per paura di finire vittima di una legge fatta da chi è più grosso di lui. Adesso, magicamente, si parla di accordo per la … Continua a leggere

Comicità involontaria

Secondo Monti: –          Le imprese non assumono perché poi non possono licenziare; –          Il governo ha consenso; –          I partiti no. Sulla prima non occorrono commenti. E’ come dire che le coppie non fanno figli perché non hanno la libertà di strangolarli a piacimento. Più ridicolo di così lo è stato solo quando ha detto che lui “vigilerà” per evitare … Continua a leggere