I Maggio

Oggi è la festa del lavoro. Una delle tante che si festeggiano senza sentirne il significato. Particolarmente oggi, che si tenta di rilanciare l’economia deprimendo il lavoro. Ecco: se si può ancora esprimere un desiderio, mi auguro che si giunga presto a comprendere il profondo legame che vi è tra il lavoro (che non c’è) e la ripresa (che non … Continua a leggere

Errori

Non tutti hanno apprezzato le mie opinioni sulla Presidenza della Repubblica e sulla sua presunta “caduta di stile”. Sembra addirittura che l’idea di una caduta di stile sia ancora più intollerabile e capace di suscitare sdegno di quella secondo cui vi sarebbe un vero e proprio attentato alla Costituzione. Io certo ammetto di non essere un campione di moderazione, tuttavia … Continua a leggere

Attentati alla Costituzione

Se ne sono verificati numerosi in Italia, specie sotto Berlusconi, e senza che il Capo dello Stato si accorgesse di nulla. Questa volta però è stato proprio lui, il Capo dello Stato, a rendersi responsabile di un gesto che nel migliore dei casi è una caduta di stile senza precedenti, ma a mio modo di vedere è anche qualcosa di … Continua a leggere

Modestia

Molto modestamente Monti afferma di aver introdotto il tema della crescita in Europa. Non capiamo cosa significhi di preciso il verbo “introdurre”, ma ci asteniamo. Sempre modestamente afferma che il suo governo “funziona”, e anche qui non comprendiamo bene cosa significhi questo funzionare. Ci accontentiamo però di questa bella modestia, sobriamente esibita dal nostro premier, che prosegue nell’imitazione del suo … Continua a leggere

L’altro Mario

Parla molto ultimamente Draghi. E lo fa soprattutto in modo tale che emergano le fiacchezze della politica di Monti. Dopo aver mantenuto in vita il paese mediante acquisti massicci di bond, è come se Draghi volesse, senza poterlo fare, suggerire qualcosa al capo del governo, il quale sbaglia tutto ogni volta che fa qualcosa e il risultato è quello di … Continua a leggere

Beccato ancora!

Come per la tassa sugli sms e per il ticket dei disoccupati, il governo, colto sul fatto, ha marciato all’indietro, come uno scolaretto sorpreso con la marmellata in mano. Stavolta si tratta di auto blu e la marcia indietro è davvero invereconda: all’inizio dell’anno è stato pubblicato un bando per l’acquisto di nuove auto blu. Totale spesa circa dieci milioni … Continua a leggere

Cioccolatai

Qualcuno mi ha accusato di essere un po’ fazioso con Monti e in particolare di aver detto, qualche post fa, che anziché semplificare le norme, lui che blatera della confusione normativa come di un potente ostacolo allo sviluppo, ha contribuito non poco, sia pure nella sua breve vita, ad esasperare la confusione. Io non amo Monti, lo ammetto. Non amo … Continua a leggere

Dell’Utri

Sono state depositate le motivazioni della sentenza Dell’Utri e, come era ampiamente prevedibile, contiene affermazioni agghiaccianti che lo dipingono come trait d’union tra Berlusconi e la mafia. In pratica è una sentenza come quella Andreotti, che fece esultare la Bongiorno ma che ha gelato noi tutti… Naturalmente la notizia verrà taciuta il più possibile, ma noi abbiamo memoria e come … Continua a leggere

Applausi

Rosy Mauro, assettata nello scranno più alto del senato, ha spietato, in punta di regolamento, le ragioni per le quali non si dimette da vicepresidente. Non so se ve ne fosse realmente bisogno. Nell’Italia di oggi è sufficiente dire che si tratta di un “attacco mediatico” per non sentire bisogno di dimissione alcuna (sacrificio sproporzionato, quali che siano le accuse. … Continua a leggere

Hollande

Si afferma in Francia al primo turno e molti (non del tutto a ragione) lo danno per vincente anche al ballottaggio. Le borse però crollano e la vulgata dei giornali è quella secondo cui i mercati temono che si inverta il cammino del rigore seguito finora. Io non sono convinto che la ragione sia proprio questa. Io sospetto che la … Continua a leggere