Vendola

E’ importante la sua assoluzione odierna. Come lui stesso non ha mancato di sottolineare: non può essere confuso con un Berlusconi qualunque, condannato a quattro anni per un delitto infamante e che medita di tornare a fare chissà cosa. Voilà la difference, verrebbe da dire, se non fosse che ormai le differenze sono affidate alla nostra memoria, alla nostra capacità … Continua a leggere

Alti mòniti

Non sa più che mònito inventarsi il capo dello stato. Ieri ha “ammonito” i partiti dicendo loro che devono tornare protagonisti. Due giorni fa aveva “ammonito” gli italiani affinché tengano conto dell’esperienza di Monti. Naturalmente le due cose confliggono perché Monti sta bene solo là dove i partiti sono in crisi e lui stesso non si iscriverà mai a nessun … Continua a leggere

Qui si parrà…

E’ il momento per Grillo di venire allo scoperto. Fino a questo momento non si è mai voluto sbilanciare, ha sempre mantenuto una sorta di verginità ideologica non manifestando intenzione né di apparentarsi in qualche modo, né di andare a braccetto con chicchessìa. Non si può dire che abbia fatto male. Ma ora è un momento cruciale: non si può … Continua a leggere

Cupio dissolvi

Il PdL sembra voglia suicidarsi. E’ come se improvvisamente non rinvenisse nella attuale situazione in cui versa il paese alcunché di stimolante ed è come se non trovasse neppure in se stesso la voglia, dopo anni e anni di governo trascorsi a peggiorare la situazione, dopo aver imposto al paese il peggio che si potesse immaginare, dopo, probabilmente, aver constatato … Continua a leggere

Vergogna

La destra italiana, che sta per morire politicamente, sembra preda di un furore distruttivo. Come se ormai avesse rinunciato a chiedere fiducia al paese (perché quella fiducia non se la darebbe nemmeno lei stessa), non fa mistero di tutte le nefandezze che impone al paese: ostacola con ogni mezzo una legge contro la corruzione, senza paura di mostrarsi all’opinione pubblica … Continua a leggere

Grillo

E’ fenomenale la sua capacità di attrarre l’attenzione (e i voti) in questo momento nel nostro paese. Se consideriamo che la sua è una forza politica ostracizzata al momento da tutte le altre e irrisa (vergognosamente) perfino dal capo dello stato, possiamo vedere quanto in questo momento riesca a parlare alla gente. Non solo: ragionando in termini di future elezioni … Continua a leggere

Crocetta

Io non sarei così entusiasta di questa vittoria siciliana. Per tante ragioni. Innanzitutto perché non ha una maggioranza e questo si sentirà presto. Ma soprattutto perché la percentuale di astensione è stata enorme, troppo alta per essere un fatto del tutto casuale. E’ come se qualcuno avesse voluto lanciare un messaggio: oggi non vince nessuno senza di noi. E chi … Continua a leggere

E casini?

  Se davvero Berlusconi rientra in campo il problema è tutto suo. Tornare a destra infatti non potrebbe e sarebbe costretto a bussare alla porta di Bersani; ma lì c’è già Vendola. Il problema di quelli come Casini, che vogliono cuocere la loro pagnotta su due forni è che devono avere materialmente la possibilità di andare sia a destra che … Continua a leggere

La legge elettorale

Sembra che Berlusconi voglia tenersi il porcellum. O meglio, questo è quanto si pensa dal momento che mira a far cadere Monti. Io credo che le parole contro Monti di questi giorni siano dettate dall’aver perso la pazienza dopo la condanna. Lui è seriamente convinto che vi sia un “sistema” cui i giudici obbediscono e che in questo sistema stiano … Continua a leggere

Ritorno in scena

E’ durato pochi giorni il “ritiro” di Berlusconi. Aveva, ancora una volta, ragione Prodi a dubitare della sincerità del gesto. Da questa evoluzione noi capiamo una cosa: egli davvero ritiene che i giudici siano persone manovrate dalla politica. Solo così si spiega il suo gesto precedente, quello di annunciare il suo ritiro. Non lo ha fatto perché sapeva della condanna, … Continua a leggere