Ottimismo

Come non essere ottimisti a capodanno? E’ nella nostra natura pensare che ogni volta che c’è un “inizio” questo debba essere positivo e portarci al meglio. Io ogni anno mi impongo di migliorare qualcosa di me stesso (anziché iniziare una qualche collezione della felicità), di compiere una qualche “fatica” (anziché effettuare una qualche spesa) che mi possa gratificare in qualche … Continua a leggere

Guai per Monti?

Qualche giornale interpreta come un problema per Monti la mancata candidatura di Passera e Clini. Ma siamo sicuri che l’assenza di quei due sia un problema? Io non penso. Anzi, sono propenso a credere che il loro “passo indietro” non sia affatto spontaneo, ma sia il risultato di una decisione presa proprio da Monti, che con ogni probabilità ha chiamato … Continua a leggere

Levi Montalcini

Mi piace ricordare la scienziata, che vinse il nobel per le sue ricerche sulle cellule staminali, per il suo impegno civile. Senatrice a vita, alla soglia del secolo di vita si presentava puntuale in senato a sostenere il governo Prodi, sempre in bilico a causa dei personaggi che conosciamo. Mi piace ricordarla per questo, per non essere stata avulsa dalla … Continua a leggere

Forza Berlusconi

Era facilmente prevedibile che le gonnelle vaticane prima o poi lo avrebbero abbandonato: hanno trovato di meglio e lo scaricano abilmente. Naturalmente si sono guardati bene dal farlo al momento giusto, quando Berlusconi avrebbe potuto reagire facendo pagare un po’ di tasse al clero, ma allora no, si preferì incensare il nostro eroe del bunga-bunga e anzi, ci fu perfino … Continua a leggere

Le opinioni di Cacciari

Non sempre vale la pena soffermarsi sulle opinioni di Cacciari, ma ogni tanto sì. Su L’Espresso di questa settimana si augura che Monti e Bersani possano collaborare in futuro, dopo le elezioni, anche se lui preferirebbe che questa collaborazione venisse dichiarata prima delle elezioni, Poi invita Monti a fare due considerazioni: la prima è che chi concede prestiti spesso è … Continua a leggere

La posta in gioco

Alle prossime elezioni dovremo scegliere tra una miriade di partiti, di proposte politiche. Ma in realtà le alternative sono due: quelli che vogliono il precariato, e quindi la crisi economica, l’austerità, ecc. e tra questi ci sono Berlusconi, Casini, Monti e, forse, il Pd e dall’altra parte quelli che vogliono ridare dignità al lavoro: Sel, Ingroia, Di Pietro, Grillo e, … Continua a leggere

Risultati

In questi due mesi che ci separano dalle elezioni ci verranno nascosti molti dettagli: non farà piacere a un governo politico che si sappia quale è realmente la situazione, e non farà piacere né a soggetti come la chiesa, né alle banche e in generale ai compagni di merende di Monti. Occorre aguzzare gli occhi: la Rai reagisce nei confronti … Continua a leggere

Tanti auguri

Sono passati quattro anni dal primo post su questo sito. Quatro anni e quasi tremila post. Durante i quattro ultimi anni sono successe molte cose, che solo a voler essere ciechi non erano pensabili a fine 2008. La crisi era nelle cose, era un fatto ovvio: lavoro precario e abbattimento di diritti e certezze non avrebbero potuto provocare altro che … Continua a leggere

Comincia lo spettacolo

Cominciano a vedersi i primi risultati della “salita” (speriamo in senso ispanico) di Monti in politica: le candidature devono essere alla sua altezza. Così Casini comincia a divenire pensoso: è difficile che i suoi amichetti siano all’altezza del salvatore. Ma anche la Chiesa si affretta a dire la sua e a “interpretare” il senso della “salita”, forse per paura che … Continua a leggere

“Abbiamo salvato l’universo!”

Nemmeno Berlusconi aveva pensato a una trovata così geniale: inventare un pericolo imminente, proporre se stesso come il salvatore e poi sbandierare in giro di aver salvato il mondo, mentre in realtà non è cambiato nulla: non c’era il pericolo prima, non è cambiato nulla dopo. Monti invece è stato sopraffino nello sfruttare la situazione a suo vantaggio. Io penso … Continua a leggere