La posta ukraina

La vicenda della Crimea è stata archiviata da un pezzo: né l’Europa né gli Stati Uniti erano in grado di impedire il colpo di forza e non hanno neppure tentato. Ma ora è diverso. La Russia non si accontenta e si è imbarcata in un braccio di ferro pericolosissimo. Dove vuole arrivare? Vuole annettersi l’Ukraina intera? Vuole sottrarre a quel … Continua a leggere

Papi e santi

E’ davvero deprimente il panorama odierno del nostro paese. Un palcoscenico fatto di urlatori, di persone che rincorrono il consenso in modo così becero che c’è da sorprendersi come il paese intero non voglia saperne di reagire. Nei sondaggi si intravede il solito schieramento, senza nulla di nuovo. Il povero Berlusconi passa il suo tempo a sparare le sue scemenze … Continua a leggere

Ancora figuracce

Mette tristezza, tanta tristezza vedere che l’aula del senato, mentre vota compatta una legge che sconta le pene ai mafiosi e ai loro amici, è presieduta da Piero Grasso. Mette proprio tristezza. Certo, non è Grillo che può far prediche, lui che vorrebbe abolire Equitalia solo perché funziona e magari ridare alle banche il ricco business della riscossione delle imposte … Continua a leggere

Varia umanità (e figuracce)

Aveva appena finito di dire, Graziano del Rio (che sarebbe più appropriato chiamare Delirio), che la P2 non abita a Palazzo Chigi e subito abbiamo appreso che vi si è svolto un incontro tra Renzi e Berlusconi… Ogni commento è superfluo. Per il resto non sappiamo di preciso dove abiti Cicchitto. Nel frattempo abbiamo appreso delle famigerate “nomine”, da cui … Continua a leggere

Riassunto (3)

Dove eravamo rimasti? E’ successo qualcosa nel frattempo? No. Decisamente no. Come prevedibile, le scoregge di Renzi si sono dileguate nell’aria: la riforma del porcellum (quella che doveva essere fatta entro febbraio) è stata rinviata all’autunno. La riforma del Senato langue, mentre si intuisce che Berlusconi sta giocando, senza nessuna intenzione reale, per il solo desiderio di non subire danni … Continua a leggere