Leopoldini

Conclude la sua festicciola, davanti al popolo plaudente, il buon Renzi, con il solito repertorio di cagate: “noi-ascoltiamo-tutti-ma-poi-decidiamo” (allora non perdere tempo ad ascoltare, vai avanti e basta, no?), “il-posto-fisso-non-c’è-più” (già, però ti sei fatto assumere dal tuo amichetto un giorno prima di passare a carico dello stato) e così via, con battutine capaci di infiammare gli animi di chi crede davvero che cancellare l’articolo 18 sia “estendere” i diritti a tutti.

Però una cosa l’ha dimenticata il buon Renzi: ha dimenticato di incoraggiare i suoi fans a spendere un po’ di soldi, un po’ di soldi in più naturalmente, rispetto a quelli che spenderebbero normalmente. Perché i “vecchi”, i “gufi”, coloro che (parole sue) cercano di mettere il gettone dentro l’i-phone sigilleranno i portafogli ancora di più. Forse è vero che non c’è più il posto fisso, ma di sicuro è vero che non ci saranno più i consumi di una volta. Se lo tolgano dalla testa che si torni ai livelli pre-crisi. Le loro rassicurazioni non funzionano (come le battutine). Si preparino dunque i leopoldini a cacciare la grana: dovranno mangiare molti gelati, comprare molte scarpe, molte magliette, molte pizze…perché dovranno farlo anche per noi.

 

Leopoldiniultima modifica: 2014-10-26T19:38:18+00:00da lika-i
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Leopoldini

  1. Ho osservato ed ascoltato Renzi e i suoi damigelli/damigelle… alla LEOPOLDA. Mi pare assomigli tantissimo, e pericolosamente, a MUSSOLINI, più che a Berlusca con cui deve avere tessuto un progetto di CONQUISTA del POTERE, insieme ai RICCHI IMPRENDITORI…
    Qualcuno sa rispondere/commentare?
    Grazie e BUONA VITA! ( ne abbiamo bisogno).
    Janni Giovannini

Lascia un commento