Mattarella (2)

Per un attimo mi sono illuso che il movimento 5stelle stesse rinsavendo e imboccando la strada giusta. Strada giusta che in questo momento significa votare Mattarella. Primo perché darebbe finalmente l’impressione all’elettorato che il movimento è una cosa seria e non una pagliacciata. Secondo perché finalmente entrerebbe nella fase dell’azione, dopo tante parole e tante puttanate. Terzo perché metterebbe in … Continua a leggere

Mattarella

Svela il nome Renzi, dopo averlo anticipato a Berlusconi (si capisce), ed è il nome di Mattarella. Un nome autorevole, senza ombra di dubbio. E un nome abbastanza sobrio da poter essere accettato da tutti. Certo, la “dimensione internazionale” non è dato scorgerla, ma di sicuro, dopo Prodi, Mattarella è forse il meglio per il nostro paese (e, probabilmente, il … Continua a leggere

Grecia

I giorni immediatamente successivi all’insediamento del governo Tsipras mostrano una sorta di reazione muscolare: la borsa di Atene crolla e i titoli del debito greci pagano interessi salatissimi, un modo come un altro di dire attenti a quello che fate. Ma si tratta di un bluff e ad Atene lo sanno. Per questo sono molto attenti a non essere provocatori, … Continua a leggere

Memoria

Che la memoria per noi abbia un valore particolare non è una novità: è, semplicemente, ciò che ci fa sopravvivere e ci rende migliori. Nel caso della Shoà vi è qualcosa di più e di terrificante, la memoria in un certo senso ci tormenta, ci ricorda che quello che è avvenuto è avvenuto per mano di nostri simili, qualcosa che … Continua a leggere

Quirinale

Impazza il balletto sui “nomi” di Renzi per il Quirinale. Si parla di Mattarella, Finocchiaro, perfino Veltroni… Il partito di Grillo, dal canto suo, commette il solito errore chiamandosi fuori, per non nascondere la nudità del suo pensiero: non hanno un nome da proporre, o meglio, lo avevano (Rodotà) e se lo sono giocato strada facendo, quindi chiedono a Renzi … Continua a leggere

Tsipras

Come ampiamente previsto, Tsipras ha stravinto le elezioni in Grecia. Una mano l’ha data perfino Scheuble, minacciando la Grecia proprio alla vigilia del voto. E adesso? Non si sa molto, ma c’è da credere che l’Europa non vorrà rischiare di maltrattare il piccolo paese mediterraneo. La Grecia potrebbe ristrutturare il debito anche senza uscire dall’euro, con buona pace del Fondo … Continua a leggere

Come volevasi dimostrare

Qualcuno si meraviglia del fatto che Berlusconi ha offerto i suoi voti a renzi per l’approvazione della legge elettorale e sostiene che la maggioranza sia cambiata, ma in realtà non c’è stato nessun cambiamento:renzi governa con il beneplacito di Berlusconi già da un anno, con la benevolenza dei suoi giornali e con l’apporto dei suoi elettori per tutte le primarie … Continua a leggere

e noi qui, in attesa

Un tempo sarebbe stato un continuo vociare, parlare, esternare. Non so se sia mai capitato che si tentasse di modificare la costituzione e la legge elettorale contemporaneamente alla elezione del capo dello stato. Beh, oggi succede. E la cittadinanza è passiva, in attesa di conoscere gli esiti dei colloqui segreti tra Renzi e Berlusconi: loro decidono, in due, cosa deve … Continua a leggere

Cofferati

Abbandona finalmente il Pd, dopo la vergogna delle primarie violentate dal centrodestra. Non è la prima volta che succede. Io sono certo che anche l’elezione dello stesso Renzi sia stata in buona parte opera di truppe cammellate. Solo che Cofferati ha un’altra classe. Io, sinceramente, dubito che vorrà formare liste separate o che addirittura stia pensando a un partito, tuttavia … Continua a leggere

Marò

L’India ha protestato contro la risoluzione del parlamento europeo che chiede una rapida soluzione della vicenda “marò”… Il caso “è all’esame della giustizia ed è in discussione fra India e Italia”. Allora: che sia all’esame della “giustizia” non sembrerebbe proprio; sono tre anni che i sedicenti giudici indiani rinviano qualsiasi decisione. Ora, in casa propria chiunque è libero di spacciare … Continua a leggere