il referendum

E’ puerile nascondere il fatto che il risultato del referendum abrogativo è stato un disastro. Certo che lo è stato. Ma in politica le vittorie e le sconfitte non hanno lo stesso significato che in una partita di calcio. Il vero risultato di una scelta politica non lo si valuta dal risultato di una elezione o di un referendum, ma … Continua a leggere

Elicotteri

E’ l’ultimo grido della moda: l’elicottero che lancia banconote, distribuisce soldi…il sogno di chiunque (giusto?). La ragione di questo show è sempre la stessa: rilanciare i consumi. E perché si scelgono questi mezzucci pirotecnici? Perché il consumatore ha imparato a risparmiare. Fino a qui sono d’accordo tutti. Ma è sulla causa di tutto questo che si getta un velo di … Continua a leggere

Il pericolo della democrazia

Con ogni probabilità anche questo referendum non raggiungerà il “quorum”. E dovremmo porci delle domande. La verità è che oggi la democrazia rappresenta un rischio. Un rischio per il mondo dell’economia. Le decisioni collettive possono contrastare quelle delle oligarchie economiche e questo può diventare pericoloso. In Grecia fu negato un referendum, in Italia napolitano non sciolse le camere dopo la … Continua a leggere

L’ennesima vergogna

C’è un episodio nella vita di Napolitano che lo ha segnato. E’ la famosa vicenda delle telefonatine tra lui, ancora al quirinale, e Nicola Mancino. Quelle telefonate sono state captate e ascoltate, e anche se oramai sono distrutte (forse) rimangono lì, davanti agli occhi di tutti, nella loro consistenza granitica, nel loro simbolismo ineliminabile. Dopo quell’evento è tutto un precipitare … Continua a leggere

Costituzione

Dopo la magra figura derivante dalla vicenda della trivella del ministro Guidi, il buon Renzi cerca uno o più diversivi. Tra questi la modifica della costituzione si presta benissimo allo scopo, così come la festicciola del “vinitaly” e altre amenità. Purtroppo però la nostra costituzione è sotto attacco e la cosa non è da sottovalutare. Ogni volta che si è … Continua a leggere

Sbloccare le opere

Ridicolissima la propaganda governativa sul caso trivelle: Renzi rivendica di essere quello-che-sblocca-le-opere, ma non spiega per quale motivo le opere che si sbloccano sono proprio quelle degli amichetti del ministro di turno. Quante opere bloccate ci sono in Italia? Quante più importanti delle trivelle? Perché si sbloccano le trivelle care al ministro Guidi?

Risultati di Renzi (strabilianti)

Comincia a scomparire l’effetto viagra. La disoccupazione, terminati gli incentivi, riprende, i consumi languono, la deflazione incombe…. Tutte grandi medaglie del nostro presidente cinguettante….Un vero uccellino canoro, che colleziona strepitosi successi….incluso il fatto di andare negli USA senza riuscire a farsi ricevere dal Presidente di turno…. Una bella figura davvero…

Amichetti di Renzi

Cominciamo a vedere i primi risultati della “discontinuità” renziana: il ministro Guidi, piombato allo sviluppo economico direttamente da confindustria aiutava l’amichetto… Bene bene….questa sì che è la “ripartenza” tanto auspicata! E la cosa incredibile è che sento quasi tutti plaudire alla Guidi per essersi dimessa subito…. Come se non fosse una cosa normale e come se non fosse una vergogna … Continua a leggere