Bocciature

Non siamo certo tra coloro che nutrono eccessiva fiducia nei cosiddetti “rating”, ossia nelle valutazioni che apposite agenzie (intrise di conflitti di interesse) sparano (è il caso di dirlo) su imprese private e stati sovrani. Oggi S&P, la più grande e autorevole (quella che non capì nulla dell’imminente crak di Parmalat), ha rifilato un declassamento all’Italia. Probabilmente a qualche fondo … Continua a leggere

Così poco?

E’ durata così poco la manfrina dei 270 (diconsi duecentosettanta) milioni di euro spesi IN PIU’ per i regali di natale? Neanche una settimana? Andiamo: un po’ di serietà! Una volta imbarcati in una balla colossale, la cosa migliore è far finta di nulla e sostenerla fino alla fine. Invece no. Dopo neanche una settimana, ecco che si sgonfiano tutte … Continua a leggere

Bouta(na)de

Il maestro Muti al quirinale. E’ l’ultima di oggi. Dopo aver bruciato il povero Amato, si spara una boutade come questa e poi magari si commissiona un segreto sondaggio. O magari si studia semplicemente l’effetto…non si sa mai. Certo, Muti al colle e Letta (Gianni) a dirigere l’orchestra non sarebbe male per Berlusconi. Ma anche per Renzi: un personaggio carisma … Continua a leggere

Prescrizione

Non sono passate 24 ore dalla balla renziana sulla revisione della prescrizione che già Berlusconi, in allarme, ha mandato avanti Alfano a stoppare l’operazione. “Per tutelare i cittadini” dicono: perché i morti di amianto evidentemente non meritano la medesima tutela di chi è colpevole di qualcosa e deve riuscire a salvarsi per via delle “inefficienze della giustizia”. Naturalmente noi sapevamo … Continua a leggere

Fuori dal ring

Ci si scalda fuori dal ring. Passera è insolitamente loquace, parla male di Renzi, ma per ora di ce che il governo può raddrizzare la situazione se fa questo e quello… Ma è Della Valle la vera sorpresa. Da Santoro praticamente lo obbligano a dire qualcosa che possa, dietrologicamente, essere interpretato come una … “discesa in campo”. E lui alla … Continua a leggere

Buffoni e disperati

Ultimi fuochi. Renzi teme i sondaggi che danno Grillo in forte crescita e implora “non mandate i buffoni in europa”, senza rendersi conto dell’involontaria comicità di questa affermazione fatta da lui. Secondo Berlusconi invece chi vota Grillo è un “disperato” (e anche qui, doveva proprio usare il termine “disperato”?). La verità è che Grillo fa paura, perché è l’unico capace … Continua a leggere

Capricci senza ricci

E’ talmente “giovane” Renzi da essere praticamente un bambino. E, come i peggiori bambini, è capriccioso, di quella capricciosità astiosa e viziata che porta a battere i piedi, strepitare, insultare. Chiunque lo contraddica viene bollato in qualche modo: gufo, sciacallo o semplicemente mentitore, come è capitato ai tecnici del senato che hanno rivelato quello che sanno tutti: le coperture per … Continua a leggere

Gli spot di Renzie

La cifra del presidente del consiglio è tutta contenuta nello spot che va in onda in queste ore, a cura della presidenza del consiglio, sulla parità di genere. Tante belle parole, tanti bei colori, ma alla fine la sostanza è questa: la parità di genere non fa parte degli accordi con Berlusconi, pertanto non verranno approvati emendamenti alla legge elettorale … Continua a leggere

La lista

Sembra sia partito con il piede giusto il buon Renzi. Per quanto non abbia nessuna fiducia nei contenuti del suo programma di governo (che peraltro nessuno conosce), già il fatto che non vi siano Ichino al lavoro e Moretti allo Sviluppo Economico costituisce una positiva novità. Affidare le problematiche del lavoro a chi ha dimostrato in passato la superficialità di … Continua a leggere

Porcellum

E’ uno spettacolo di primissima categoria quello cui assistiamo in questi giorni dopo la decisione della Consulta sul porcellum: il Pd in prima fila si sbraccia e dice di voler ad ogni costo cambiare la legge, sapendo però che fino a che non ci sarà una nuova legge il governo durerà per forza di inerzia. Il “nuovo” centrodestra non farà … Continua a leggere