Certificati

“La crisi è finita”. Lo dice Letta, lo certifica al mondo dall’esotica Dubai, dove ha deciso di fare la sua vacanzina di questa settinama. Il premier con la valigia pronta è davvero deciso nel “rassicurarci” sulla fine della crisi. E noi? Beh, far finta di credere a una panzana non costa nulla, pertanto diremo che sì, ci crediamo, siamo con … Continua a leggere

Deflazione

C’è arrivata anche la Lagarde: rischiamo un periodo di deflazione. Significa che i prezzi scendono e i consumatori comprano ancora meno pensando che i prezzi scenderanno ancora. Ma questo esito era prevedibile già da qualche anno: se i salari sono sempre più bassi (e li si vorrebbe ancora più bassi, vedi Electrolux) e il lavoro è sempre più precario, come … Continua a leggere

Deflazione

Ha fatto la sua comparsa nei luoghi ufficiali, introdotto da un discorso di Mario Draghi, ma nell’underground se ne parla già da tempo (e anche su queste pagine). La deflazione è l’unica risposta che un’economia liberista come quella che abbiamo voluto può dare alla crisi che stiamo vivendo. Se manca il danaro i prezzi scendono, questa è la sostanza. E … Continua a leggere

Allarme OCSE

Emergono piano piano gli effetti delle fantastiche riforme di Monti. Oggi l’OCSE afferma senza mezzi termini che i sistemi pensionistici contributivi, nonché la riforma Fornero, saranno pure una bella cosa per le casse dello stato, ma ipotecano il futuro di chi oggi è giovane e precario, praticamente la maggior parte di chi è giovane in assoluto. Non so se si … Continua a leggere

Deflazione

Se ne parla con sempre maggiore insistenza. Prima lo si sussurrava, quasi con il timore di evocarla. Poi si è rotto il tabù e si è detto chiaro che il rischio c’era. Adesso se ne parla correntemente, il problema non è se ma quanto e quando, e la risposta, se siamo onesti, non è incoraggiante. E la notizia peggiore è … Continua a leggere

La deflazione in arrivo

Su queste pagine, già da due anni, si dice che la deflazione sarà l’esito inevitabile di questa crisi: senza lavoro non ci sono consumi, senza consumi i prezzi devono scendere. Fino ad ora questo meccanismo è stato nascosto da paraventi propagandistici di portata eccezionale, ma i nodi vengono al pettine. In Grecia la deflazione è conclamata (anche per la ferocia … Continua a leggere

Povca puttana!

Pensavo, onestamente, che dovessero passare almeno un paio di mesi prima che il ministro dell’economia venisse sputtanato sulle sue previsioni. Ieri l’ISTAT aveva certificato, come al solito, gli errori di calcolo (povca puttana) del governo e il ministro si era perfino un po’ piccato. Oggi è la Commissione Europea a confermare i dati ISTAT, certificando i soliti errorini innocenti. Ma … Continua a leggere

Disoccupazione e casa

Le manifestazioni di ieri, violente e ingiustificabili, sono un segnale che occorrerebbe valutare con molta attenzione, anziché occuparci della decadenza di Berlusconi (che avrebbe dovuto già dovuto essere votata da molti giorni). Tuttavia non sono molti coloro che si sforzano di capire cosa sta succedendo e soprattutto non sono molti coloro che hanno idea di cosa occorra fare per evitare … Continua a leggere

Abbaglianti

E’ talmente forte la luce in fondo al tunnel che rischiamo di rimanere abbagliati. Anche oggi la dose quotidiana di avvistamenti e di inneggiamenti. Il tutto mentre l’ISTAT certifica l’ottavo trimestre consecutivo di calo del PIL. Naturalmente di fatti ce ne sono pochini, ma non importa, la partita si gioca sull’effetto della propaganda, sull’obnubilamento (favorito dal caldo). I conti, quelli … Continua a leggere

Ancora segnali (di fumo)

E’ la volta di federalberghi: hanno visto la luce (in fondo al tunnel!) e quindi bisogna precipitarsi a dirlo a reti unificate. C’è la ripresa nel turismo! Evviva! Bisognava proprio dirlo adesso, ai primi di agosto, perché l’obiettivo è quello di indurre qualche sprovveduto a spendere un tantino di più, incoraggiato da questa “certezza”. Naturalmente si tratta diuna bufala: non … Continua a leggere