Falcone

Che senso può avere oggi ricordare Falcone? Certo, la lotta alla mafia ha messo a segno colpi notevoli. Riina e Povenzano sono stati catturati, come molti altri più o meno importanti. Altri collaborano con la giustizia. I sequestri di beni sono aumentati…. Ma abbiamo anche appreso che qualcuno contrattò con la mafia, proprio mentre Falcone moriva. Ecco perché ha un … Continua a leggere

E’ morto priebke

100 anni vissuti non si sa come, nessuno può dirlo. Di lui mi ha sempre sconvolto tanto ciò che fece alle Fosse Ardeatine quanto il dopo: non si è mai pentito e ha sempre sostenuto di aver eseguito ordini… Ecco, ciò che mi sconvolge è quell’ammissione di essere nulla più che un animale addomesticato: “ho eseguito gli ordini”…  

Calipari

Oggi è il 4 marzo. Nel 2005 moriva Nicola Calipari, l’unico autentico EROE della guerra in Iraq. Non basta morire per essere eroi, occorre farlo avendo un’alternativa. Lui è morto per proteggere una persona che gli era stata affidata. Poteva proteggere se stesso, ma non lo ha fatto. Penso che occorra ricordare quest’uomo, cui è toccata una routine micidiale, alla … Continua a leggere

Levi Montalcini

Mi piace ricordare la scienziata, che vinse il nobel per le sue ricerche sulle cellule staminali, per il suo impegno civile. Senatrice a vita, alla soglia del secolo di vita si presentava puntuale in senato a sostenere il governo Prodi, sempre in bilico a causa dei personaggi che conosciamo. Mi piace ricordarla per questo, per non essere stata avulsa dalla … Continua a leggere

Al Capone

E’ noto che non si sia riusciti a condannare Al Capone per i reati più gravi da lui commessi, ma fu condannato per evasione fiscale (in un paese dove l’evasione è socialmente inaccettabile e giuridicamente perseguita in modo feroce). Ebbene: da oggi anche noi abbiamo il nostro A Capone. Berlusconi, inquisito per quasi tutti i reati possibili, non è mai … Continua a leggere

Mafia a Milano

Arrestato un altro assessore della Regione Lombardia (il quinto). L’accusa è voto di scambio con associazioni mafiose. Non fa molta notizia peraltro, considerata la miseria della classe politica di quella regione, ma c’è una cosa che deve farci riflettere: attuare il voto di scambio con associazioni mafiose in Lombardia significa che la mafia è in grado di movimentare migliaia di … Continua a leggere

27 giugno 2012

Ricordiamoci di questo giorno, perché è un giorno talmente infausto da rendere necessaria una nuova opera di “liberazione”. Non so quando sarà possibile ripristinare la certezza del posto di lavoro. So soltanto che prima dovremo affrontare un nuovo disastro. Un disastro cui non tutti sono preparati e che avrà conseguenze drammatiche sull’economia del nostro paese. Occorre ricordare con precisione questo … Continua a leggere

Calipari

Oggi è il 4 marzo. Nel 2005 moriva Nicola Calipari, l’unico autentico EROE della guerra in Iraq. Non basta morire per essere eroi, occorre farlo avendo un’alternativa. Lui è morto per proteggere una persona che gli era stata affidata. Poteva proteggere se stesso, ma non lo ha fatto. Penso che occorra ricordare quest’uomo, cui è toccata una routine micidiale, alla … Continua a leggere

Scalfaro

E’ deceduto a novantatré anni. Dopo aver difeso con le unghie e con i denti quella Costituzione che aveva contribuito lui stesso a scrivere. La difese quando Berlusconi tentò di stravolgerla chiedendo elezioni anticipate subito dopo le sue dimissioni nel 1994, determinate non dalla marcia di Cofferati, né dall’avviso di garanzia di Di Pietro, bensì dal ritiro della fiducia da … Continua a leggere

Testamento

Per quarantatré anni della mia vita cosciente sono stato un rivoluzionario e per quarantadue ho combattuto sotto il vessillo del marxismo. Se dovessi ricominciare da capo, cercherei (…) di non commettere questo o quell’errore, ma il corso principale della mia vita rimarrebbe immutato. Morirò rivoluzionario, proletario, marxista, materialista dialettico e di conseguenza ateo convinto. La mia fede nell’avvenire comunista dell’umanità … Continua a leggere