“Chi sono io per giudicare?”

Le parole del Papa, sia pure in un contesto decisamente “sportivo”, non ufficiale, segnano un punto davvero rilevante: “se un gay cerca il Signore e ha buona volontà, chi sono io per giudicare?” Giudicare è il mestiere di Dio, compete a lui e solo a lui. La Chiesa, specie negli ultimi decenni, è scivolata piano piano verso un atteggiamento quasi … Continua a leggere

Lo sguardo dell’Europa

Qualunque governo uscirà dalle elezioni 2013, avrà addosso lo sguardo attento delle istituzioni europee, interessate alle politiche di rigore di cui Monti è campionissimo. Nulla di male, certo: l’Europa è interessata. Ma non deve essere solo interessata al rigore, perché sono anni che l’imposizione del rigore non produce risultati sul piano economico. E allora, perché lo sguardo attento dell’Europa, per … Continua a leggere

Riflessioni olimpiche

Cosa resta al termine di un’Olimpiade. Io personalmente sono rimasto molto colpito dalla vicenda di Alex Schwazer. Non dal punto di vista di un “tifoso” che rimane deluso: io non faccio investimenti emotivi nei campioni sportivi perché non ha senso. Anzi, lo insegnerei nelle scuole a non immedesimarsi mai con nessuno, a non scegliere mai un’altra persona perché agisca al … Continua a leggere

Napoleone e la Francia

  Leggendo su L’Espresso un’intervista a Massimo D’Alema mi sono soffermato su queste parole: “In Francia non c’è una politica migliore della nostra, ma c’è il rispetto dello Stato”. Ecco: è verissimo. La Francia è realmente UNA nazione, un paese. Varcando le Alpi dall’Italia si ha una sensazione di diversità sin dai primi chilometri. Una sensazione fisica quasi. Ci si … Continua a leggere

Vedo all’orizzonte

  …un nuovo modo di essere. Nuovi gusti e nuove sensibilità. Siamo stufi della nostra cattiveria. Stufi di prendercela coi neri o gli immigrati: non migliora la nostra situazione, non ci rende felici, anzi, sotto sotto alimenta pericolosissimi sensi di colpa. E aumenta anche la frustrazione perché il tutto comunque non funziona. Siamo stufi di aggirarci per città piene di … Continua a leggere

Argomentare

Mi vanto da molto tempo di non aver mai perso tempo a guardare Bruno Vespa. Una volta però il medesimo fu ospite in una trasmissione altrui e così ebbi modo di apprezzare il suo modo di argomentare: una serie di He! He! He! – Suvvia – E dài – He! He! He! E daccapo. Ho anche sempre letto con molta … Continua a leggere

Risvegli

Se dovessi risvegliarmi dinanzi al Creatore, prima che proceda col Giudizio, tenterei di chiedergli se è vero che un fiume non è mai stato lo stesso due volte. Sono certo che mi direbbe che no, non è vero e anzi alcuni lo sono stati anche tre o più volte, magari a distanza di millenni… Poi Gli chiederei di mostrarmi questa … Continua a leggere

Etica

Qualunque ordinamento giuridico è sorretto da una tensione etica che sta alla base di tutto. E’ la tensione etica che impone di interpretare le norme secondo l’utile della collettività, che impone la buona fede e l’imparzialità come atteggiamenti dell’animo prima ancor che come obblighi giuridici. E’ il contratto sociale, se vogliamo. E’ qualcosa di cui le norme giuridiche possono dare … Continua a leggere

Promessa

Cos’è una promessa? Una resurrezione dei corpi che ci viene donata. Una vita oltre la morte. O una vita al di qua? E cosa mai potremmo desiderare al di qua se già sappiamo tutto? C’è forse qualcosa che non sappiamo? Sin dai primordi l’umanità parla di misteri. Non perché vi sia qualcuno che vuol nascondere agli occhi profani qualcosa. No. … Continua a leggere